MaiSentiti

Atelier di Teatro

Anno Fondazione: 1995
Sede: Milano
Cap: 20131
Indirizzo: Via Lambrate 11
e-mail: info@maisentiti.com
Sito: www.maisentiti.com
YouTube: http://www.youtube.com/channel/UCzhye4lm45pR21wfeC…
Facebook: http://www.facebook.com/maisentiti?fref=ts
Generi rappresentati: Commedia, Dramma, Ricerca, Africano
Lingue: Italiano


L’intervista al Presidente

Matteo Sciacca è nato a Milano 37 anni fa ed è presidente dell’Associazione dal 2015, anche se questo incarico non lo ha mai fatto smettere di recitare. Nella vita reale è maestro elementare, e questo di certo migliora le qualità attoriali! Fa parte dell’Associazione dal 2004, ed è cresciuto al suo interno. A proposito di questo, ama dire: “Non so se sia stato un bene, ma credo che non abbia provocato troppi danni… ”

Presidente, ci dica:

QUAL È LO SPIRITO CHE ANIMA LA COMPAGNIA E PER QUALI SCOPI È NATA?
Nonostante la compagnia si sia evoluta e ingrandita nel tempo, siamo riusciti a mantenere intatto lo spirito dei “padri fondatori”; quest’anno abbiamo compiuto 18 anni e con la maggiore età siamo diventati più consapevoli della nostra forza e della nostra peculiarità. Siamo desiderosi, ardentemente desiderosi di crescere teatralmente e facendo teatro, cercando di mettere in gioco quel tutto che appartiene a ciascuno di noi. Fare teatro attraverso il teatro, per dare voce a chiunque voglia dire la sua.

QUALI SONO LE MAGGIORI DIFFICOLTÀ CHE DOVETE AFFRONTARE?
Siamo una compagnia amatoriale e per questo le dif?coltà sono tante, specialmente di ordine economico. Non è facile riuscire a trovare un teatro che ci permetta di spendere poco per mettere in scena gli spettacoli. Anche avere a che fare con i consigli di zona della città, che hanno fondi disponibili per attività culturali, ma bisogna saperlo e proporsi con decisione…I fondi per auto?nanziarci gli spettacoli sono limitati e per quanto riguarda le scenogra?e e costumi, facciamo da noi. Diciamo che puntiamo più alla resa scenica! Sarebbe bello allargare il “bacino di utenza” e riuscire a proporci sul territorio e non soltanto grazie agli amici e al passaparola, anche se di strada, in positivo, ne abbiamo fatta.

IN CHE MODO, IN BASE ALLA SUA ESPERIENZA, QUESTE DIFFICOLTÀ POSSONO ESSERE SUPERATE?
Su alcune problematiche siamo ormai esperti e sappiamo che dobbiamo essere puntuali e anticipare i tempi (soprattutto per quanto riguarda le collaborazioni con il comune e i patrocini) per quanto riguarda il resto invece, cercare di capire se all’interno della compagnia (come dicevo siamo in tanti, e abbiamo sette gruppi, con relativi spettacoli da programmare) ci sono persone che hanno voglia di fare altro, non solo per il proprio gruppo. Ci siamo trovati in casa qualcuno che potesse fare le riprese e le foto di scena, qualcuno che si occupi della parte promozionale, creando i volantini e le locandine da stampare (oltre alla diffusione attraverso i social). Insomma, ci sono dif?coltà che ci mettiamo volentieri di fronte perché ci interessa emergere e mostrare il nostro impegno e le nostre produzioni a più persone possibili. Non è un caso che la compagnia si sia allargata negli anni e sempre più persone vengano a vedere gli spettacoli. Il frutto di tutto questo lavoro c’è, e non “molliamo il colpo”.

COSA SOGNA, UN PRESIDENTE, PER LA SUA ASSOCIAZIONE?
Mi piacerebbe tantissimo crescere ancora e riuscire a trovare soluzioni a desideri emergenti: tutt’oggi abbiamo un solo regista che si occupa di tutti gli spettacoli. Coltivare qualche altro aspirante sarebbe fantastico! Potremmo cosi offrire a chi se la sente e chi lo desidera, aumentare le ore di formazione attoriale crescendo all’interno della compagnia e creando spettacoli di qualità molto vicina a quella professionale. In?ne, un teatro nostro, da poter gestire ed utilizzare per mettere in scena lungo l’anno le produzioni e gli spettacoli (e non solo “accontentarsi” di due date in cartellone – anche se qualche gruppo è riuscito a fare breccia e a proporsi nel corso dell’anno con una certa continuità).


Menu Regione
Menu Provincia
Menu Compagnie
Home