La Combriccola del Baffo

Compagnia Teatrale Amatoriale

Anno di Fondazione: 1990
Sede: Milano
Cap: 20151
Indirizzo: via Kant, 8
email: lacombriccoladelbaffo@gmail.com
Sito web: www.lacombriccoladelbaffo.it
Facebook: https://www.facebook.com/combriccoladelbaffo/?ref=…
Generi rappresentati: Commedia brillante
Lingua: Italiano


L’intervista al Presidente

Luca Marelli, 54 anni, Nato a Milano (a porta Cicca, per i Milanes). Sposato, papà di due ragazzotti di 26 e 21 anni, con una moglie tanto comprensiva e paziente nel lasciargli vivere questa meravigliosa avventura che è il teatro… Fondatore di un’associazione sportiva dilettantistica (Massasport A.S.D.) che operava all’interno dell’Istituto Riccardo Massa di Milano com circa 1100 bimbi, dalle elementari alle medie. (Associazione nata per consentire ad ogni bimbo di poter fare un’approccio allo sport; anche se la famiglia non poteva pagare li accettavamo ugualmente, perchè questo era lo spirito: divertimento per tutti). Impiegato presso un CED ora pero’ in disoccupazione causa fallimento aziendale. Atterrato sul pianeta teatro 12 anni fa, nella Compagnia teatrale La Combriccola del Baffo, come aiuto scemografo (sic!). Poi il primo approccio con il teatro vero e proprio in nella commedia “Chiamatemi pure professore” nella parte di un paziente narcolettico. Una piccola parte…ma la tremarella nella ‘prima uscita’ con un vero pubblico se la ricorda ancora. Poi in “Non sparate sul postino” era Willis, capo scout balbuziente e cecato, che con i suoi 50 prodi invade il parco di Lord Herold. Tanto diverimento e tante risate durante le prove in quanto dietro gli spessi occhiali che indossava faceva gli occhi storti a tutti gli attori, che non potevano non ridere. Poi nella parte del giornalista Fontanet nella commedia “La palla al piedi”, divertente e spassoso per il suo modo di parlare con la “evve” e le movenze un po effemminate. Ora veste i panni dell’Avvocato Pautasso nello spettacolo “Pautasso Antonio, esperto di matrimonio” che gli è valso il premio cpme miglior attore protagonista nel concorso di Vimodrone. A Novembre la Combriccola debutterà con “Ulisse Saturno, farmacista notturno”, dove impersonerà i panni del Dottor Saturno impiegato nel turno notturno in una piccola farmacia di paese. Nel frattempo è diventato da qualche anno presidente e legale Rappresentante della Compagnia Teatrale. Il Futuro? Tante risate tanto divertimento per chi fa teatro e per chi lo vede. meglio di così… Divertirsi per Divertire!

Presidente, ci dica:

QUAL È LO SPIRITO CHE ANIMA LA COMPAGNIA E PER QUALI SCOPI È NATA?
La Compagnia è nata nel 1990 con lo spirito goliardico di “Divertirsi per divertire”.
Nata quasi per scherzo, la Compagnia ha recitato in molti e prestigiosi teatri Milanesi, quali l’Osoppo, il Nazionale,
il Don Orione, il Silvestrianum ed anche fuori provincia e regione: Cremona, Vimodrone, Acquaviva di Montepulciano, Pontremoli, vincendo poi moltissimi premi con miglior regia, miglior gradimento del pubblico,
miglior spettacolo, migliore attore/attrice protagonista. Il ricavato di questi spettacoli, una volte coperte le varie spese di trasporto, vengono sempre devoluti in beneficienza. E’ un Teatro fatto da persone che paese per paese, sera dopo sera, oltre il lavoro e gli impegni familiari, portano avanti, in maniera spesso assolutamente gratuita e volontaristica, il proprio amore per il Teatro, contribuendo alla crescita culturale e sociale della comunità in cui vivono e diffondendo l’amore e la conoscenza delle arti sceniche. Nei teatri parrocchiali, nelle sale di comunità, le compagnie teatrali amatoriali, con il loro radicamento sul territorio, favoriscono il rinsaldarsi delle comunità e rappresentano per molti il primo approccio alle scene, una vera e propria palestra artistica capace di offrire un’insostituibile opportunità formativa, culturale e aggregativa. Il nostro è un teatro che spesso non fa notizia o che fa sorridere chi, abituato a professionalità interpretative più alte, lo incontra ma che costituisce spesso l’humus sul quale si sono innestate vere e proprie storie di successo, capace com’è di riportare chi lo fa alle radici stesse del far Teatro: l’incontro con gli altri.

QUALI SONO LE MAGGIORI DIFFICOLTÀ CHE DOVETE AFFRONTARE?
Le difficoltà maggiori le incontriamo quando dobbiamo realizzare un nuovo spettacolo, nella parte economica, ma come sempre, la voglia di fare teatro, divertirsi, divertire e stare assieme fa superare anche queste avversità, ed ogni componente del gruppo, mette mano al portafoglio, ma la voglia di realizzare e di stare assieme ci fa superare qualsiasi barriera.

IN CHE MODO, IN BASE ALLA SUA ESPERIENZA, QUESTE DIFFICOLTÀ POSSONO ESSERE SUPERATE?
Le difficoltà le superiamo sempre assieme, facendoci carico dei problemi non solo nostri, ma anche dell’amico attore, tecnico, truccatore o di sartoria, perchè lo stare assieme, il divertirsi è ciò che ci anima, spinge e carica ogni qualvolta si presenti un problema che all’inizio può sembrare insormontabile, ma alla fine, con l’aiuto di tutti, si supera!

COSA SOGNA, UN PRESIDENTE, PER LA SUA ASSOCIAZIONE?
Di non smettere mai di divertirsi, sognamo sempre di riuscire a portare un paio di ore di allegria, spensieratezza, risate per coloro che tutti i giorni devono affrontare la dura avventura della vita… con i suoi mille problemi che ogni giorno la attanagliano.


Menu Regione
Menu Provincia
Menu Compagnie
Home