Palco, Pensieri & Parole, Categoria “Commedie in Dialetto”: 2^ classificata

La zia Veneranda

Soggetto non originalissimo ma con una buona definizione dei personaggi, è una commedia che dà il suo meglio nella versione in dialetto bresciano, che come tutti i dialetti presenta sfumature spesso non traducibili in italiano. Discreto il ritmo e i dialoghi; il finale, nel quale la nemesi rappresentata dall’avvocato interviene a punire i meritevoli di punizione, è abbastanza scontato. Interessante la figura della zia Veneranda, che come una sorta di Godot, non compare mai fisicamente ma è comunque presente per tutta la durata della commedia.
Trama:
La zia Veneranda, ricca vedova senza figli, ha numerosi nipoti che se la contendono e la ospitano a turno, nell’attesa che lo zio Clemente, morto da anni, le porti i numeri al lotto. Tutti questi nipoti, neo ricchi ma rozzi, ostenteranno eleganza ma non signorilità. Questi futuri eredi, già spendaccioni e superstiziosi, per il loro egoismo saranno inconsciamente insoddisfatti e di conseguenza pieni di tic e manie.

Clicca QUI per scaricare il copione in dialetto Bresciano

Clicca QUI per scaricare il copione nella traduzione in Italiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *