Lamezia Terme (CZ), 19 ottobre 2019: la compagnia I Vacantusi al teatro Giardinetti

Sabato 19 ottbre alle 21.00, sul palcoscenico del teatro Comunale Giardinetti di Lamezia Terme (Catanzaro), parte l’edizione 2019/2020 di Vacantiandu, stagione teatrale della compagnia I Vacantusi.
In scena La cameriera brillante, di Carlo Goldoni, adattamento e regia di Imma Guarasci.

La cameriera brillante di Carlo Goldoni è una “commedia di carattere” in tre atti ed in prosa, rappresentata la prima volta in Venezia in occasione del Carnevale del 1754. La drammaturgia propone la cosiddetta riforma goldoniana. I personaggi, come scrive l’autore a chi legge, ereditano e risentono ancora delle maschere della “commedia dell’arte”. La cameriera brillante è in effetti una riflessione -per autore, attori e pubblico- sulla professione teatrale, sull’importanza di saper recitare la propria parte a memoria, sulla capacità di impersonare un carattere non corrispondente al proprio “naturale”. Goldoni organizza la trama in modo da allestire un teatro nel teatro, educativo e catartico, attraverso cui giungere a una “catastrofe” benefica. Ma qui sta il colpo di genio dell’autore: tutta la commedia nella commedia del terzo atto diventa una variazione del decalogo del buon attore “riformato”. Un testo che si mostra estremamente attuale anche sul tema del femminile. Egli conferisce alla protagonista, Argentina, “cameriera brillante”, la qualità di medietas, ovvero la capacità di equilibrare gli estremi. Le commedie goldoniane sono rivolte a ogni genere di pubblico e soprattutto pongono al centro il ruolo dell’Attore e la funzione culturale del teatro nella vita cittadina. L’obiettivo de I Vacantusi è dunque quello di proporre uno spettacolo che rappresenti il “manifesto” di una riforma culturale, intesa come “azione politica” a favore della polis= città ovvero di un Teatro, inteso come spazio scenico e come pratica, importante e necessario per la crescita culturale della propria città. In questo contemporaneo adattamento drammaturgico ed allestimento scenico, la  regia ha inteso proporre ed attualizzare la Riforma teatrale goldoniana. Il testo è stato pertanto ridotto e adattato per renderlo più attuale ed aderente all’interpretazione degli attori e alla fruizione degli spettatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *