Tignale (BS), 8 giugno 2019: la compagnia L’Archibugio per un evento in favore del Santuario di Montecastello

Sabato 8 giugno alle 20.30, presso il Santuario di Montecastello a Tignale (Brescia), la compagnia L’Archibugio partecipa a “Tutti intorno al Santuario“, evento di solidarietà in sostegno dei lavori di restauro  del luogo di culto.

Duramente colpito dalla tempesta Vaia dello scorso 29 ottobre, l’iconico Santuario a picco sul Garda è stato oggetto di restauri straordinari: gran parte dell’intervento ha interessato il tetto dell’edificio, parzialmente scoperchiato dal vento. Notevoli i costi, sostenuti dalla locale parrocchia con il generoso aiuto di privati, associazioni e enti locali. Una virtuosa gara di solidarietà promossa dal Comune di Tignale, dall’Azienda Speciale Tignale Servizi, Scuole, Parrocchie e Associazioni di Tignale e con la collaborazione artistica della Compagnia Teatrale L’Archibugio di Lonigo (VI).

Per l’occasione è di scena Il mercante di Venezia, di William Shakespeare, regia di Giovanni Florio.

Apprezzato da pubblico e critica, «Il mercante di Venezia» è un classico della drammaturgia, messo in scena da L’Archibugio Compagnia Teatrale con l’energia e la dinamicità che le sono proprie. Una Venezia viva e vitale, attraversata da un’ironia irresistibile e da una spregiudicatezza tutta mediterranea: è uno sfondo comico e leggero quello scelto da L’Archibugio per raccontare la storia del mercante Antonio e del suo grottesco contratto con Shylock. Tremila ducati presi in prestito per finanziare l’amico Bassanio nella conquista della bella Porzia e della sua dote. Tremila ducati e tre mesi per restituirli: un contratto ragionevole, se solo la penale non fosse una libbra esatta della carne di Antonio. Fedele all’impostazione shakespeariana, l’allestimento de L’Archibugio fonde registri e linguaggi teatrali: il drammatico conflitto tra Shylock e Antonio si staglia su uno sfondo chiassoso e carnevalesco, fatto di rocamboleschi rapimenti, improbabili corteggiamenti e trovate fulminanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *