Poggio Moiano (RI), 23 marzo 2019: grande successo di pubblico alla Rassegna di Teatro Amatoriale per i giovani della Compagnia Vicolo Primo

Il gruppo dei giovani del laboratorio della compagnia Vicolo Primo hanno fatto trascorrere ieri sera, al teatro Comunale di Poggio Moiano, una serata indimenticabile al pubblico della sesta Rassegna di Teatro Amatoriale.
Impegnati nella commedia Via delle Stelle 101, interno 3 (rielaborazione a cura di Carlo Gentile di Il settimo si riposò di Samy Fayad), hanno dato dimostrazione di come siano cresciuti non solo anagraficamente ma anche dal punto di vista attoriale.
Al netto di una certa staticità nei movimenti scenici, la performance è stata meritevole di sentiti applausi a scena aperta da parte di una platea che ha riso fino alle lacrime.

In piedi: Mariella Angeloni, Andrea Del Conte,Gloria Sciarpelletti, Andrea Savkiv, Carlo Gentile, Diego Villani, Filippo Principessa e Maria Rita Trombetti. Sedute: Vanessa Villani, Mariangela Ottaviani, Nicoletta Porazzini, Giulia Ioannilli e Chiara Principi. Sdraiata: Elisa Di Nucci.

Sinceramente commosso e pienamente soddisfatto il loro regista e insegnante Carlo Gentile al termine della rappresentazione, così come Mariella Angeloni e Maria Rita Trombetti che hanno collaborato con lui per la preparazione dello spettacolo protrattasi per diversi mesi.
Nel breve intervento di ringraziamento, Gentile ha tenuto a sottolineare soprattutto come gli attori impegnati in parti cosiddette “piccole” abbiano dimostrato ancora una volta quanto sia vero il detto “non esistono piccole parti, esistono solo piccoli attori”. Mariangela Ottaviani, Diego Villani, Gloria Sciarpelletti, Andrea Del Conte, Nicoletta Porazzini, Vanessa Villani e Chiara Principi hanno palesato in questo senso una professionalità invidiabile.
Filippo Principessa nella parte del padrone di casa travolto dagli eventi, Giulia Ioannilli in quella di una petulante suocera e Andrea Savkiv improbabile bandito evaso da un supercarcere hanno tenuto la scena con eccellente continuità.
Menzione speciale per Elisa Di Nucci, veramente eccezionale e trascinante nella sua interpretazione della “cameriera scema”, parte originariamente concepita per un attore maschio: Elisa ha fatto vedere che la comicità è anche femmina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *