Riposto (CT), 17 luglio 2018: La compagnia Le Tre Fontane di Presa in scena per beneficienza

Martedì 17 luglio alle 20.00, presso l’Anfiteatro del Centro Musicale di Riposto (Catania), serata di beneficienza in occasione del decennale della Casa della Speranza.
In scena la compagnia Le Tre Fontane di Presa con Lu cavaleri Pidagna, di Luigi Capuana, regia di Giovanni Proietto.

Il Cavaliere Pedagna fu scritta da Luigi Capuana nel 1903 durante il suo soggiorno presso il Grand Hotel des Bains di Acireale (l’odierno Albergo delle Terme, attualmente chiuso) in lingua italiana per l’attore Ermete Novelli, che però non ebbe modo di rappresentarla. Fu poi tradotta in siciliano (Lu Cavaleri Pidagna), dallo stesso Capuana, per il grande Giovanni Grasso che la mise in scena nel 1904 al Teatro Adriano di Roma. Con questo testo, Luigi Capuana, volle rivoluzionare il vecchio teatro isolano, conosciuto nel resto d’Italia come “teatro fatto solo di sangue e coltellate”, immettendo nuovi argomenti del tutto ignorati fino ad allora dagli autori suoi contemporanei e conterranei.
Quindi con “Lu cavaleri Pidagna” si apre una nuova pagina teatrale, che poi verrà seguita da Martoglio e da Pirandello che riprenderanno alcuni motivi “psicologici” e “narranti” evidenti in alcune delle loro commedie, che farà assurgere il teatro siciliano ad alte vette drammaturgiche. La commedia in tre atti è ambientata a Catania in casa del cavaliere Pedagna, personaggio a tutto tondo che si barcamena tra l’austerità paterna nei confronti della figlia, alla quale non vuole e non sa perdonare la “fuga” e il matrimonio contro la sua volontà, e le debolezze di attempato amante di una giovane canzonettista di varietà, ed è contornato da “caratteri” che rendono più divertente la “cruda” vicenda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *