Ponte a Moriano (LU), 20 gennaio 2018: la compagnia L’Arcobaleno apre il Festival Regionale di Teatro Amatoriale “Il ToscaNello”

Inizierà sabato 20 gennaio e proseguirà fino a metà marzo, la quarta, ricchissima edizione del Festival Regionale di Teatro amatoriale “Il ToscaNello” organizzato dalla F.I.T.A. – Federazione Italiana Teatro Amatori – Provinciale di Lucca e dalla F.I.T.A. Regionale della Toscana, in collaborazione con il Comune di Lucca, al Teatro Comunale “Idelfonso Nieri” di Ponte a Moriano.
“Il ToscaNello” si aprirà sabato 20 gennaio alle 21.15 con uno spettacolo di stringente e drammatica contemporaneità, da una drammaturgia originale vincitrice della settima edizione del concorso letterario “In Punta di Penna”.
La Compagnia Teatrale L’Anello presenta Il Volo dell’Albatros di Angela Villa, regia di Alessandra Bareschino.
Questo testo, assolutamente originale, è stato presentato alla 7° edizione del concorso “In Punta di Penna”, e ne è uscito vincitore, le motivazioni della giuria sono quelle che seguono: “Il tema delle violenza sulle donne viene affrontato attraverso le parole, i ricordi e le azioni di un terzetto di personaggi femminili che rappresentano diverse generazioni di un nucleo familiare. Con asciuttezza e misura i dialoghi riescono a comunicare un’atmosfera di dolore represso dovuta ad una tragica esperienza passata che rischia di ripetersi, alimentando fino all’epilogo un crescente Pathos.”
La madre da quando le è stata portata via la figlia da un atto di violenza del marito, non riesce più a vivere e ad accettare l’accaduto, si chiude in se stessa e rifiuta di uscire di casa. Finalmente l’arrivo della nipote le ridà il sorriso, anche solo per l’organizzazione dell’incombente matrimonio tra lei e un “principe azzurro”. Le cose non sono però così come vengono infiocchettate dalla ragazza e presto la realtà viene a galla, buttando nuovamente le donne nell’incubo e nell’orrore, questa volta però Vera non ha più intenzione di tacere e decide di agire per salvare almeno la nipote.
Le attrici metteranno in atto un’interpretazione emotiva che cercherà di trasmettere il dramma attraverso movimenti e parola. L’approccio al testo è stato sia fisico che emozionale ed ha tentato di dare vita alle emozioni attraverso una similitudine di circostanze, giocando sul “qui ed ora” ed il ricordo di Vera.

Per informazioni e prenotazioni, si può contattare Rita al numero 320/6320032 o alla casella di posta elettronica fitalucca@gmail.com.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *