L’angolo dei professionisti, 4 domande ai professionisti del palcoscenico: Alessandro Fullin

Intervista con Alessandro Fullin, pubblicata il 2 agosto 2015

ALESSANDRO FULLIN, attore, autore di testi teatrali e romanziere

Il Teatro unisce tutti quelli che lo fanno, sia come professione che come hobby. Lei è d’accordo?
Ma certo. Io francamente non vedo questa differenza. Si può studiare per diventare attori ma io non l’ho mai fatto . Ho lavorato per molti anni nel teatro off bolognese. Credo che quello che conta di più è trovarsi il più possibile sul palcoscenico. È come imparare a fare la sfoglia… Al millesimo tortellino si diventa più bravi.

Come è iniziata la sua passione per il Teatro?
Per caso. Insieme ad amici. Qualcuno sul palco con me e tanti seduti davanti.

Cosa ne pensa del Teatro fatto da semplici appassionati? Le è mai capitato, dopo aver assistito a uno spettacolo amatoriale, di pensare: “questi qui sono più bravi di alcuni professionisti”?
L’importante è la passione. Ci sono persone poi che hanno un dono . Appena entrati sul palco avvertono una speciale energia anche se non hanno ancora detto una parola. E’ qualcosa di misterioso: per fortuna non tutto si può e si deve spiegare.

Per informazioni su Alessandro Fullin
https://it.wikipedia.org/wiki/Alessandro_Fullin
il sito ufficiale
http://www.alessandrofullin.it/
Alessandro Fullin su Facebook: Alessandro Fullin Pagina Ufficiale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *