4 domande all’Autore: Enea Biumi

Ecco le risposte che ha dato alle nostre 4 domande Enea Biumi, autore lombardo:

QUANDO HA COMINCIATO A SCRIVERE PER IL TEATRO E QUALE È STATA LA MOLLA CHE L’HA SPINTA A FARLO?
Ho iniziato a scrivere per il teatro durante il liceo. Erano pezzi al limite tra cabaret e teatro dell’assurdo. Poca cosa. Poi, ingaggiato da una compagnia amatoriale d’oratorio, ho preso gusto alla scrittura dialettale ed ho composto ( se non ricordo male in soli tre giorni) la mia prima commedia. Commedia che, come le altre che seguirono (non molte) rimase nel cassetto fino all’avvento di internet che mi ha permesso di farle conoscere.

COME NASCE UN TESTO TEATRALE?
Mi soffermo su una situazione, aggiungo il carattere del protagonista e dell’antagonista, penso ai personaggi che potrebbero girare attorno alla vicenda e cerco di mettere insieme le varie situazioni che si possono creare. Naturalmente ci deve essere un’azione che dà vita ad altre azioni. Preferisco situazioni comico-umoristiche sulla base del vecchio vaudeville.

LE SUCCEDE MAI CHE UN SUO TESTO VENGA INTERPRETATO DAL REGISTA IN UN MODO CHE LEI NON AVEVA NEANCHE CONSIDERATO?
E’ successo, credo, sempre (almeno per quei registi che si sono messi in contatto con me). Ma sono convinto che ciò sia un bene. Una commedia non è tale se non quando viene messa in scena. Ed allora il regista deve calibrare le situazioni agli attori. Per questo, direi, è quasi d’obbligo che il regista modifichi il testo.

COSA PENSA DELLE COMPAGNIE AMATORIALI CHE METTONO IN SCENA I SUOI LAVORI?
Innanzitutto mi fanno piacere. Come dicevo prima una commedia non è tale se non viene rappresentata. In secondo luogo penso al coraggio che hanno nello scegliere un mio testo. Se non ci fossero le compagnie amatoriali non una delle mie poche commedie sarebbe rappresentata. Non sono in grado di competere con scrittori professionisti. E quindi plaudo alle compagnie amatoriali e al loro coraggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *