Presidente, ci dica: Intervista al presidente della compagnia Siparietto di San Matteo

Secondino Trivero, autore di testi teatrali, è il Presidente e regista della Compagnia Siparietto di San Matteo, di cui è stato tra i fondatori.

Presidente, ci dica:

QUAL È LO SPIRITO CHE ANIMA LA COMPAGNIA E PER QUALI SCOPI È NATA?
Lo spirito che anima la Compagnia è quello di fare del buon teatro seppure a livello amatoriale, mettendoci sempre l’impegno necessario per raggiungere un buon risultato , per questo periodicamente organizziamo all’interno della nostra associazione laboratori per il miglioramento della tecnica teatrale .
La Compagnia è nata nel 1994, all’interno della Parrocchia di San Matteo sulla spinta emotiva della ristrutturazione del vecchio salone cinema parrocchiale , l’idea originale era quella di diventare la compagnia stabile nel proprio teatro SAN MATTEO, perché esso fosse un centro culturale per tutto Borgo San Pietro di Moncalieri, per Moncalieri stessa .
Tra gli scopi da raggiungere vi era la partecipazione a rassegne e concorsi in tutto il Piemonte , obbiettivo raggiunto, ci siamo spinti anche in Liguria e in Lombardia portando il teatro in Lingua Piemontese .
In futuro abbiamo tra gli obbiettivi di operare anche in lingua italiana, per questo riteniamo opportuno continuare a fare corsi e laboratori per il perfezionamento della tecnica teatrale sempre e comunque con lo spirito amatoriale quali siamo .

QUALI SONO LE MAGGIORI DIFFICOLTÀ CHE DOVETE AFFRONTARE?
Difficoltà ce ne sono tantissime , dal far quadrare i conti di tasca nostra , a trovare le piazze dove rappresentare gli spettacoli a preparare i calendari delle nostre stagioni teatrali ( IL NOSTRO SIPARIETTO , e la RASSEGNA CONCORSO IN LINGUA PIEMONTESE nei teatri SAN MATTEO e MATTEOTTI ), ma la difficoltà maggiore credo sia quella di reperire delle persone che parlino il piemontese e che abbiano voglia di impegnarsi con serietà a fare il teatro , soprattutto i giovani.

IN CHE MODO, IN BASE ALLA SUA ESPERIENZA, QUESTE DIFFICOLTÀ POSSONO ESSERE SUPERATE?
Non esiste una ricetta fissa, ogni compagnia procede come può , il problema sta nel fatto che essendo amatori , non si paga nessuno e queste cose le fai se ti piacciono e se hai passione , se no è meglio che lasci perdere, perdi del tempo tu , e metti nei guai la compagnia dove appartieni .
La generale perdita di valori di questo mondo troppo legato al denaro , fa si che si inseguono i miti e le chimere , tutti vogliono diventare grandi attori super pagati e non si accontentano di essere dei buoni amatori che fanno del buon teatro e soprattutto della cultura per la sola passione
Noi speriamo sempre che nella quantità delle persone che si avvicinano al nostro teatro, qualcuno portato a credere nei nostri valori, si fermi con noi ad operare nella nostra compagnia.

COSA SOGNA, UN PRESIDENTE, PER LA SUA ASSOCIAZIONE?
Sogno che il giorno in cui non avrò più idee, volontà e forza per tirare le fila della mia associazione , qualcuno della stessa mia associazione , prenda le redini e porti avanti la Siparietto di San Matteo di Moncalieri, così per continuare la nostra splendida storia ora giunta al 23° anno di operatività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *